numeroverde
  Salvo

Biografia di Salvo

stampa
Salvo (Salvatore Mangione) nasce a Leonforte in provincia di Enna il 22 maggio 1947.
Trascorre l'infanzia in Sicilia e nel 1956 si trasferisce con la famiglia da Catania a Torino dove, manifestando un precoce interesse per l'arte e, nell'estate seguente, a soli sedici anni, partecipa con un disegno da Leonardo, raffigurante una testa di vecchio, alla 12^ Esposizione della Società Promotrice di Belle Arti. Tra il settembre e il dicembre 1968 è a Parigi, coinvolto dal clima culturale che si crea attorno al movimento studentesco. Rientrato a Torino, inizia a frequentare gli artisti della giovane generazione che operano nell'ambito dell'arte povera. Conosce Boetti, di cui diventa amico, Merz, Zorio, Penone e i critici Renato Barilli, Germano Celant e Achille Bonito Oliva.
Il 1973 è l'anno della svolta nel senso di un ritmo alla pittura con il recupero delle tecniche tradizionali che era già presentito in alcuni Autoritratti benedicenti disegnati tra il 1968 e il 1969. Con l'intento di rivisitare la storia dell'arte Salvo procede nei suoi d'aprés, già iniziati nel '70.
Un'ampia produzione di soggetti mitologici caratterizza il 1978.
Dal 1985 ad oggi sue personali sono state allestite in Italia ed all'estero.
(fonte: www.foliniarte.net)